Le associazioni GAY Romane alla Sindaca Raggi: “vedi noi stiamo zitti ma ora dacci li sordi”

I fatti:

roma uc

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si lo sappiamo, per governare a Roma bisogna dare una leccatina al Vaticano, e il fronte Di Maio- Vaticano è ben saldo. Sappiamo cosa pensa il Partito a 5 stelle dei gay.

Qualcuno si stupisce però del silenzio assordante delle associazioni gay romane. Nulla da dire? Nessuna manifestazione, nessun proclama, niente urla sui giornali?

Strano? Se volessimo essere maligni diremmo che:

Il Mario Mieli dal comune riceve qualche centinaia di migliaia di euro per l’assistenza domiciliare ai malati di AIDS, la sede è di proprietà del comune con cui hanno qualche debito, ricevono ogni anno migliaia di euro (mai rendicontati ufficialmente) per il gay pride.

Il DiGayProject (con “expresidente” Imma Battaglia) gestisce il Gay Village con finanziamenti del comune di Roma

Il GayCenter gestisce la GayHelpLine, telefono verde antiomofobia ufficiale del comune di Roma.

Meglio stare zitti e capire se i soldi arriveranno? Maligni, cattivi!!!!!! Pensate sempre al male. Magari sono in vacanza. Per questo stanno zitti.

Gli unici che squaccherano a tutto volume sono i gay in quota PD, ma tradotti i loro comunicati sembrano dire: hai visto Renzi? Come siamo bravi, ora su dacci una poltrona da deputato, no non a quella, quella se ne è andata in Germania, a me che sono tanto bravo e dico quello che vuoi, faccio quello che vuoi…..

Povera Italia (GAY)

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...