Cerchiamo di ricordare insieme: luglio 2011 legge contro omofobia= anticostituzionale

stonewall-riotsOk incazziamo, giusto

Ok senza stepchild adoption è un insulto, giusto

Ok il DDL Cirinnà era già una legge al ribasso, giusto

Ok il PD e I 5 stelle sono dei buffoni, giusto

Ok tutto, giusto tutto. Cerchiamo di avere un po’ di memoria storica però. Meno di 5 anni fa, luglio 2011, la proposta di legge contro l’omofobia presentata da Paola Concia non si discusse nemmeno, venne dichiarata anticostituzionale. In 5 anni qualche progresso l’avremo fatto o no?

https://gaiaspia.wordpress.com/2013/07/02/vediamo-la-serieta-del-movimento-gay-dal-22-luglio-alla-camera-si-discute-la-legge-contro-lomofobia/

Adesso non dividiamoci, rimaniamo tutti uniti sul fatto che dalla approvazione definitiva della legge sulle unioni (in)civili ci si dovrà battere su un punto solo: estensione del matrimonio per tutti. Niente di meno di questo. Basta con i ribassi.

I nostri figli lo pretendono, il futuro lo pretende.

Le lotte lasciamole a dopo, non è vero che ci hanno concesso le briciole, se escludiamo le adozioni, e l’esclusione grida vendetta, non abbiamo ottenuto un matrimonio di serie B ma un matrimonio chiamato di serie B ma con gli stessi diritti e doveri.

Bisognava rifiutarlo e tornare al senato con una nuova legge? Fra quanto l’avremmo avuta. Vi preghiamo di non offendere la nostra intelligenza affermando che in tre giorni si potevano votare i 500 emendamenti senza correre rischi, lasciamo ai grullini a 5 stelle queste fesserie.

Non abbiamo festeggiato ma nemmeno abbiamo pianto. Ci stiamo semplicemente preparando per la lotta. Lotta che comincerà dal 5 marzo a Roma a Piazza del Popolo sperando che dalla Piazza la gente si muova autonomamente verso Palazzo Chigi e blocchi via del Corso stavolta.

Credete che gli omofobi se ne staranno con le mani in mano? Non organizzeranno nulla?

Speriamo che si capisca che a giugno dobbiamo essere tutti a piazza san Giovanni per il Gay Pride Nazionale, milioni di persone, coinvolgendo l’Europa, senza carri pubblicitari di discoteche, un fiume di persone incazzate che metta il pepe al culo al parlamento di lemuri paleolitici che abbiamo in Italia.

Un GAY PRIDE che sia il nostro stonewall non il nostro carnevale di Viareggio

Ora è tempo di non dividerci.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...