ARRENDETEVI SIETE CIRCONDATI: VESCOVO DICHIARA DI ESSERE GAY E IL PAPA INCONTRA E BENEDICE UNA COPPIA GAY

monsignore-kBHF-U43120444437538GiB-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443«Voglio che la Chiesa e la mia comunità sappiano chi sono: un sacerdote omosessuale, con un compagno, felice e orgoglioso della propria identità. Sono pronto a pagarne le conseguenze, ma è il momento che la Chiesa apra gli occhi di fronte ai gay credenti e capisca che la soluzione che propone loro, l’astinenza totale dalla vita d’amore, è disumana».

Intervista esclusiva del Corriere

Alla vigilia del Sinodo sulla Famiglia monsignor Krzysztof Charamsa, teologo, ufficiale della Congregazione per la Dottrina della Fede e segretario aggiunto della Commissione Teologica Internazionale vaticana ha deciso di fare coming out pubblicamente in un’intervista esclusiva pubblicata sul Corriere «perché siamo già in ritardo e non è possibile aspettare altri cinquant’anni. Dunque dico alla Chiesa chi sono», ha annunciato, e «che l’amore omosessuale è un amore familiare, che ha bisogno della famiglia. Una coppia di lesbiche o di omosessuali deve poter dire alla propria Chiesa: noi ci amiamo secondo la nostra natura e questo bene del nostro amore lo offriamo agli altri. Non sono posizioni dell’attuale dottrina, ma sono presenti nella ricerca teologica».

«Voglio scuotere la coscienza della mia Chiesa»

Charamsa ha spiegato che la sua decisione è mossa da un desiderio personale di trasparenza e dalla volontà di «scuotere un po’ la coscienza di questa mia Chiesa».

http://www.corriere.it/cronache/15_ottobre_02/confessione-monsignore-sono-gay-ho-compagno-13a47834-6950-11e5-a7ad-17c7443382c3.shtml

papa coppia gayNel suo viaggio negli Stati Uniti, Papa Francesco ha incontrato un suo vecchio amico gay argentino e il suo compagno. La notizia è stata riportata dalla Cnn: il 23 settembre scorso, il giorno prima dell’incontro a Washington conKim Davis, la funzionaria del Kentucky finita in prigione per essersi rifiutata di concedere licenze matrimoniali a coppie gay, il Papa ha avuto un colloquio privato presso la Nunziatura anche con Yayo Grassi, omosessuale dichiarato, che ha portato con sè il suo compagno da 19 anni Iwan e un gruppo di amici. Già stamattina il portavoce Vaticano padre Lombardi aveva parlato del colloquio: “Il Papa ha incontrato presso la Nunziatura di Washington diverse decine di persone invitate dalla Nunziatura per salutarlo in occasione del suo congedo prima della partenza da Washington per New York City, come avviene durante tutti i viaggi del Papa. Si è trattato di saluti molto brevi di cortesia a cui il Papa si è prestato con la sua caratteristica gentilezza e disponibilità. E l’unica ‘udienza’ concessa dal Papa presso la Nunziatura è stata a un suo antico alunno con la famiglia”,

http://www.repubblica.it/vaticano/2015/10/02/news/papa_in_usa_ha_incontrato_una_coppia_gay-124187691/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...