La TEORIA GENDER spiegata (con disegnini) ai decerebrati di manif’s pour tous

identità-sessualeUseremo parole semplici e disegnini facili facili, scusateci ma i cattofascisti di manif’s pour tous (o sentinelle in piedi che dir si voglia) non brillano di elevata intelligenza (diciamo che hanno il quoziente di una capra in media) quindi cercheremo di semplificare e usare dei disegnini così saprete da settembre cosa “l’esercito della libertà gender” insegnerà nelle scuole italiane.

Caprette, mie caprete cattofascistella, guardate il punto 1: sesso biologico. Cosa vuol dire? Quando nasciamo il medico ci guarda tra le gambe e se vede un pisellino o una patatina decide che siamo maschietti o femminucce. Bene, cioè no, perchè se spesso è vero non lo è in tutti i casi. A volte, e non sono così rari come si potrebbe pensare, non è che si capisca bene. Lo sapete vero che i genitali maschili e femminili sono fatti nello stesso modo? Una clitoride non è altro che un pene, in genere più piccolo, ma non sempre (e parliamo di bambini che alla nascita hanno un pisellino di uno o due cm). A volte una iperclite…. ops parola difficile, scusate tontolucci miei), una clitoride (quello che le vostre mogli vi chiedono di titillare o leccare per intenderci) molto sviluppata o un pene non completamente sviluppato creano confusione e così si assegna a priori una persona decidendo, in questi casi, che sia o maschio o femmina.

intersex-300x254

 

Bene superato questo ostacolo, il vostro genotipo (altra parola difficile, si tratta del DNA, le informazioni contenute nelle cellule) corrispondono allo sviluppo dei genitali e dei caratteri sessuali secondari (seno, barba etc etc)

Eccoci al punto 2: identità di genere! Non sempre quello che noi siamo corrisponde a quello che il nostro cervello (si lo so, voi ne avete pochino di cervello ma cercate di capire ugualmente) ci dice di essere.

Siamo geneticamente e fisicamente maschi/femmine ma ci percepiamo come persone del sesso opposto. Capita. Diciamo che ogni 5.000 bambini (stima per difetto) uno non si percepirà come appartenente al proprio sesso biologico. Parliamo di 12/14 mila persone in Italia, ma ripetiamo è per difetto. Si chiama transessualità, M to F da uomo a donna e si usa il femminile, LA TRANSESSUALE, F to M da donna a uomo e si usa il maschile, IL TRANSESSUALE

transessualismo

 

Ma andiamo avanti, troppo in fretta? su fate uno sforzo gallinelle mie e continuate a leggere. Punto 3: ruolo di genere. Siete maschietti? Fiocco azzurro, soldatini, palloni e ” è un torello da monta, a dieci anni ha già la fidanzatina”, camionista medico e non fare lavori domestici; Siete femminucce? Fiocco rosa, bambole e finte cucine, “è una troia, a dieci anni ha già il fidanzatino”, infermiera, maestra e la donna deve saper cucinare e stirare.

Fregnacce ovviamente. LE IMPOSIZIONI DI GENERE, I LAVORI, LE EMOZIONI SONO IMPOSIZIONI CULTURALI. Un bambino etero, maschio, potrebbe voler giocare con le bambole e una bambina etero, femmina potrebbe giocare a calcio.

Giocattoli-neutri

 

Attenti, un po’ di sforzo, stupidini cattofascistelli miei, punto 4: molte persone (5/10 % della popolazione italiana, dai 3 milioni ai 6 milioni) si innamorano e hanno desideri sessuali per persone del proprio sesso, si chiama omosessualità. Ma eterosessualità ed omosessualità sono gli estremi di una variabilità che assume svariate forme, per semplificare diciamo che esistono anche i bisessuali (i più fortunati :-), che si innamorano e desiderano persone di entrambi i sessi.

L’omosessualità non ha, per ora, molti diritti in Italia, ma si sta rimediando come nel resto del mondo occidentale e non.

kinsey-scale

Questo è quello che è la TEORIA GENDER che da settembre si insegnerà a scuola in Italia. SEI QUELLO CHE SEI E NON TI DEVI VERGOGNARE DI ESSERLO, SARAI LIBERO DI ESSERLO E AVRAI I DIRITTI COME TUTTI I/LE CITTADINI/E ITALIANI/E.

 

Annunci

One thought on “La TEORIA GENDER spiegata (con disegnini) ai decerebrati di manif’s pour tous

  1. La teoria/ideologia gender non esiste. E’ un’invenzione dei retrogradi, che hanno preso studi di genere e teoria queer li hanno distorti al massimo, fusi e hanno partorito questa roba qua appiccicandocela addosso. Già parlare come se il ‘gender’ fosse un qualcosa di esistente significa dar ragione agli antigay, fare il loro gioco. Non ci sto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...