Il Collettivo Omosessuale Mario Mieli rischia la Bancarotta?

reati-pa.jpg_415368877Ci hanno appena girato una mail contenente una convocazione straordinaria dei soci del Collettivo Mario Mieli di Roma riguardante  “pendenze e ricorsi tributari del passato, benefici di rateazione e loro impatto sulla vita associativa, altre informazioni su sopravvenienze e stato finanziario.”

Di cosa si parla? Forse le vicissitudini del 2001?

Mario Mieli, arriva la Finanza

Il circolo di cultura omosessuale visitato dalle Fiamme Gialle. Motivo? L’attività contabile dell’associazione, che gestisce anche le notti di Muccassassina, non è del tutto chiara.

di Marco Pasqua

ROMA-E’ una visita tutt’altro che gradita, quella che il circolo di cultura omosessuale Mario Mieli ha ricevuto dalla guardia di finanza. Le fiamme gialle hanno, infatti, setacciato gli uffici dell’associazione che, organizza, ogni anno, il Gay Pride, per raccogliere tutta la documentazione dell’attività contabile del Mieli. Ricevute di pagamenti, bolle di accompagnamento e bilanci, ma soprattutto i resoconti delle serate di Muccassassina. L’indagine della guardia di finanza, confermata da fonti interne al corpo stesso, risale ormai all’inizio di quest’anno, quando gli agenti si presentano in via Efeso, nella sede del circolo. Ma quella non sarà l’unica visita delle fiamme gialle, che si presenteranno anche nelle varie discoteche dove si tengono le trasgressive notti di Muccassassina, che, ogni venerdì, riescono a calamitare migliaia di giovani e meno giovani. E ruoterebbero proprio intorno a queste serate le indagini della Finanza, che deve ancora appurare come siano stati impiegati i milioni guadagnati dal circolo.

Il Mario Mieli, infatti, è un’associazione senza fini di lucro: ciò significa che tutti gli introiti devono essere utilizzati per le attività dello stesso circolo. “Il punto di questa vicenda – spiega Imma Battaglia, fino al giugno scorso presidente del circolo è che, purtroppo, abbiamo affidato la contabilità e l’amministrazione a dei volontari. D’altra parte, tutte le persone che lavorano al Mieli, dal presidente al direttivo, non percepiscono alcun compenso. Chi si è occupato della nostra amministrazione, evidentemente non era informato di tutte le leggi che regolano questo settore”. Svista o non svista, però, la Finanza è alla ricerca di qualsiasi incongruenza che possa saltare fuori dai registri contabili. “Posso garantire che non c’è stata nessuna appropriazione indebita – puntualizza il nuovo presidente del Mario Mieli, Massimo Mazzotta – Tutti i soldi che sono stati ricavati grazie dalle serate di Muccassassina, sono serviti a finanziare le attività del circolo”. Da qualche mese, intanto, la contabilità non è più gestita dai volontari. “E’ un provvedimento che ho preso proprio in seguito ai problemi che abbiamo avuto in passato – spiega Mazzotta – Adesso, dell’amministrazione si occupa un gruppo di professionisti”.

Mentre si attendono gli esiti dell’inchiesta, c’è anche chi, come Imma Battaglia, solleva qualche legittima perplessità sul periodo in cui sono scattati i controlli. “Non voglio lanciare nessuna accusa – dice la Battaglia, che ha costituito una sua associazione, DìGayProject – ma noto che la Finanza si è presentata al circolo dopo il Gay Pride dello scorso anno, che aveva suscitato moltissime polemiche. Un’altra coincidenza è che le ispezioni ci siano state dopo il cambio alla presidenza della Regione. Chissà, forse è tutta una coincidenza”.

http://web.tiscali.it/rassegnales/settembre-2001/ilnuovo29settembre2001.htm

Ricordiamo che a seguito di questa ispezione il Mario Mieli venne condannato ad una multa di 200.000 euro rateizzata in dieci anni

Che succede? Boh. Intanto noi riproponiamo le nostre semplici domande a cui il Mario Mieli non ha mai voluto dare risposta

1) L’unico Gay Pride romano che non avete organizzato voi ha avuto il bilancio economico pubblico e pubblicizzato, degli altri organizzati voi (compreso l’europride) non si è mai saputo entrate, uscite e persone retribuite, pur ricevendo finanziamenti pubblici. Si impegna a pubblicare un dettagliato bilancio quantomeno dll’Europride 2011?

2) Il numero verde da voi gestito ha ricevuto e riceve finanziamenti pubblici, potreste pubblicare i dati delle telefonate come da voi richiesto alcuni anni fa alla Gay Help Line?

3) Tra i servizi da voi offerti afferma ci siano psicologi, legali e medici,  prestano la loro opera gratuitamente e volontariamente o ricevono una qualche forma di retribuzione?

4) Tutte le persone che operano presso il Mieli lo fanno in forma gratuita e volontaria o ricevono una qualche forma di retribuzione?

5) Il muccassassina, serata di finanziamento (come da voi scritto sul sito) del circolo, è gestito direttamente da voi o attraverso una società terza (l’altra sponda)?

6) In caso affermativo chi la gestisce?

7) Come da voi affermato “La necessità in questo caso era quella banale, ma importante, del Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli di pagare bollette. E mandare avanti la sede.” qual è il bilancio del Muccassassina e quanti soldi versa annualmente all’associazione?

8) Il presidente del Mieli riceve uno stipendio o ha un lavoro autonomo, e se si quale?

Otto semplici domande a cui lei sicuramente vorrà fornire una risposta, non avendo nulla da nascondere.

Grazie mille

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...