Il suo volto era completamente ricoperto di sangue, ad eccezione di dove era stato lavato dalle sue lacrime.

Oggi è la giornata del coming out.

“Care” sentinelle in piedi, caro buonanno, cara binetti,

VINCEREMO NOI, ABBIAMO GIA’ VINTO.

MS

Nella notte tra il 6 ottobre e il 7 ottobre un ragazzo, studente, di soli 22 anni, gay è stato rapito (aveva solo chiesto di essere accompagnato a casa invece lo portarono altrove..), derubato, legato ad una staccionata e torturato da due uomini. Il pestaggio fu così brutale che il giovane ragazzo riportò una frattura dalla nuca fino oltre l’orecchio destro. Così forti erano state le botte inflittegli che parte del cervello risultava danneggiata in modo da compromettere la capacità del suo corpo di regolare il battito cardiaco, la temperatura corporea e altre funzioni vitali. C’era inoltre una dozzina circa di piccole ferite sulla testa, sul collo e sulla faccia. Negli atti del processo si riporta quanto dichiarato dal vicesceriffo intervenuto…ossia che tale e tanta era stata la violenza con la quale era stato colpito che il suo volto era completamente ricoperto di sangue, ad eccezione di dove era stato lavato dalle sue lacrime. Le ferite riportate erano così gravi che i medici non poterono operarlo.Quel ragazzo non riprese più conoscenza. Morì cinque giorni dopo…cinque giorni di una agonia immane…pochi minuti dopo l’11 ottobre..per l’esattezza alle 00.53 del 12 ottobre…
I genitori lo verranno a sapere mentre si trovavano in Arabia Saudita…pensate all’angoscia di queste persone che han dovuto viaggiare per continenti sapendo che andavano ad abbracciare quello che sarebbe stato di li a poco il cadavere del loro figlio.
Gli aggressori furono presi….e dichiararono di essere stati colti da panico gay….due uomini, con una magnum 357, pur dopo aver legato un ragazzo di soli 22 anni ad uno steccato…invocheranno il panico gay…
La chiesa locale si oppose lla condanna a morte dei due omicidi alzando cartelli con scritto: [Lui] marcisce all’inferno; l’aids uccide i froci, Dio odia i gay. Il pastore della chiesa locale chiederà al comune di erigere un monumento marmoreo di due metri con il volto del giovane ragazzo gay barbaramente ucciso…ma non per onorarne la memoria, ma per maledirlo in quanto, subito sotto il nome della povera vittima, doveva esserci un cartello con su scritto “Entrato all’inferno il 12 ottobre 1998 sfidando il precetto divino: “non avrai con un maschio relazioni come si hanno con una donna: è abominio” (si era evidentemente dimenticato di un altro cartello inchiodato ad una croce che tanto onorava..)
I due uomini non furono condannati a morte grazie all’intercessione dei genitori del ragazzo. il padre della giovane vittima così si rivolse in aula all’omicida di suo figlio: “Non desidero nulla di meglio che vederla morire, Mr McKinney …tuttavia è tempo di mostrare pietà per qualcuno che non ne ha mostrata alcuna”
Il Presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama promulgherà il 28 ottobre 2009, quale postilla al National Defense Authorization Act (H.R. 2647) un provvedimento che espande il precedente “Hate crimes in the United States” (datato 1969) ai crimini motivati da gender, orientamento sessuale, identità di genere percepito o reale della vittima o disabilità. Quel provvedimento prende il nome di due persone, James Byrd Jr ucciso perchè persona di colore da tre uomini e per l’appunto il nome di questo ragazzo che oggi avrebbe 37 anni ma l’odio e la più cieca cattiveria umana hanno strappato alla vita a soli 22 anni.

Matthew Shepard.

per tutti i buonanno di questo Paese.

articolo29.it

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...