L’Arcigay BAT chiede scusa alla chiesa cattolica apostolica omofoba

agbatArcigay BAT come Ivan Scalfarotto che sorridente si fa fotografare abbracciato ai capi dell’associazione sentinelle in piedi che propagandano la discrminiazione delle persone omosessuali? Alcuni giorni fa sono comparsi su facebook gli screen shot di una conversazione tra un sacerdote biscegliese affamato di sesso con bei maschioni nerboruti e un utente di una chat volta alla ricerca di sesso gay. L’utente aveva poi scoperto, guardando il profilo fb del prete che lo stesso era impegnato nelle attività dell’associazione sentinelle in piedi, omofobe e discriminatorie. La reazione dell’Arcigay BAT è stata questa: dissociarsi dalla paubblicazione e CHIEDERE SCUSA AI CATTOLICI!!!!!!

Pensate ci sia un legame tra Ivan Scalfarotto-sentinelle in piedi- e Arcigay BAT (che ha recentemente cacciato il fondatore dell’associazione, in dissidente rispetto alla linea politica del sonosoloiolexpresidentenazionale ma anche onorariodi Arcigay Foggia luogo di nascita di Ivan Scalfarotto)?

Probabilmente si

Come già preannunciato dal nostro sito, l’Arcigay Bat “Le mine vaganti”ha reso noto in un comunicato il totale dissenso nei confronti della pubblicazione dello screenshot della chat privata che coinvolge il profilo di un sacerdote biscegliese.

«In merito allo screenshot della conversazione del tutto privata su Facebook fra i profili di un utente di sesso maschile e di un sacerdote biscegliese, Arcigay Bat “Le mine vaganti” esprime il totale dissenso nei confronti del merito e del metodo della suddetta pubblicazione. Non abbiamo alcun interesse a conoscere e divulgare le presunte o vere abitudini affettive e sessuali di chiunque, foss’anche un nostro avversario politico. Come ribadito più e più volte, il privato è privato e deve rimanere tale: non può, né deve essere violato e strumentalizzato in modo alcuno.

Laddove la conversazione fosse realmente accaduta, quella sarebbe la storia paradossale e triste della medesima violenza che si sostanzia in dossieraggi, inautenticità e doppie morali: la trita e ritrita vicenda dell’umanità, fatta di odio, violenza e piacere negato. Arcigay si dissocia da tutte e tutti quelli che ritengono che l’attivismo sia l’annientamento fisico e morale dell’interlocutore, che per noi non è mai un nemico. Di contro esprimiamo solidarietà a tutti coloro che, pur non condividendo il nostro pensiero, si sono sentiti offesi dalle pretestuose affermazioni ammiccanti e sgradevoli di chi utilizza il web per l’outing. La nostra solidarietà ed il nostro rispetto alla comunità dei credenti, che in molte occasioni si sono mostrati inclusivi e pronti al dialogo».

http://www.bisceglieindiretta.it/larcigay-si-dissocia-dalla-pubblicazione-della-chat-che-coinvolge-il-profilo-di-un-sacerdote/

P.S. noi ribadiamo di essere a favore dell’outing (sputtanamento) di tutte le persone omofobe, che poi di notte cercano sesso con maschi nerboruti

Annunci

One thought on “L’Arcigay BAT chiede scusa alla chiesa cattolica apostolica omofoba

  1. Bravi! Vi riporto di seguito la risposta di LGBT News Italia ad Arcigay Bat:
    “Apprendiamo con piacere che Arcigay Bat si è dissociata dal suo stesso comunicato stampa in cui si dissociava da noi per aver diffuso le conversazioni del prete sentinella.

    Diversi utenti ci segnalano che il comunicato è stato rimosso “sommerso dalle critiche”. Arcigay BAT aveva espresso il loro : “Totale dissenso nei confronti del merito e del metodo della suddetta pubblicazione. […] Non abbiamo alcun interesse a conoscere e divulgare le presunte o vere abitudini affettive e sessuali di chiunque, foss’anche un nostro avversario politico. Arcigay si dissocia da tutte e tutti quelli che ritengono che l’attivismo sia l’annientamento fisico e morale dell’interlocutore, che per noi non è mai un nemico”.

    Salutiamo questo segnale come l’inizio della fine di quella connivenza fra associazioni LGBT italiane e associazioni di estremisti pseudocattolici. Complicità, più volte denunciata, che sta alla base dell’assenza di tutele per le persone LGBT e dell’inasprimento del clima d’odio omofobo del Paese.

    Non vogliamo affatto annientare un prete che fa sesso con i gay, ma vogliamo porre fine alla carriera ecclesiastica di chi, ADERENDO A GRUPPI E A MANIFESTAZIONI ANTIGAY, MANIFESTA CONTRO CIO’ CHE COMPIE POI NEL SEGRETO. Nessuno di noi avrebbe diffuso quel materiale se il prete non avesse deliberatamente e in coscienza deciso di aderire e di partecipare a manifestazioni antigay e se non avesse postato ogni giorno attacchi ai gay dalla sua bacheca facebook.
    Questa vile ipocrisia deve finire e la combatteremo con ogni mezzo inventato da quelle asociazioni LGBT amerciane, francesi, spagnole, che hanno vinto le loro battaglie, fossero anche outing e boicottaggi. Smettiamola anche noi con questa omertà che diventa complicità, perchè fa male solo a noi e ai nostri diritti.” Vi invito a seguirci https://www.facebook.com/lgbtnewsitalia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...