Ex governatore Virginia omofobo lascia moglie per un prete

moglie_del_prete_sophia_loren_dino_risi_008_jpg_zvdwÈ l’occasione per dire: da che pulpito viene la predica. Il pulpito, in questo caso, è quello in cui si è sempre posto l’ex Governatore della Virginia, Bob McDonnell, che da sempre nella sua carriera politica poco onorevole non si è mai risparmiato di promuovere una crociata contro le persone Lgbt arrivando ad asserire, addirittura, che i figli di coppie omosessuali rischiano di non “adempiere il sogno americano”.

governatoreIniziamo dagli esordi dell’ex governatore: si sposa con Maureen e, con la stessa moglie, diventano i beneficiari di cospicue entrate e di regali in cambio di favori politici elargiti in modo molto generoso dalla coppia. Per questo reato McDonnell è sotto accusa e inquisito: la giusta conclusione di un lungo percorso che lo ha visto esprimere frasi fortemente omofobe e transfobe durante la sua attività istituzionale. Ma ancora più giusto come epilogo delle carriera politica di McDonnell risulta essere la conclusione del suo matrimonio: l’ex governatore della Virginia in fase di difesa nel dibattimento processuale, che lo vede inquisito per corruzione, ha avuto modo di dire che il rapporto con la moglie, con cui è accusato, è terminato. Perché? Per il semplice fatto che McDonnell ha lasciato la sua casa e ha raggiunto in parrocchia il suo nuovo amore, padre Wayne L. Ball, soprannominato per la sua avversione contro omosessuali, bisessuali e transgender come “Taliban Bob”, tanto per sottolineare il suo integralismo religioso. Le contraddizioni che costellano comportamenti ambigui e ipocriti non finiscono mai di stupirci e si può dire che la realtà oltrepassi la fantasia anche nel caso del “Taliban Bob”: il prete era stato accusato di “frequentazione di un luogo osceno” in quanto sorpreso dalla pubblica sicurezza in atteggiamenti intimi e appartati con un altro uomo in una macchina. La condanna emessa è stata di otto mesi di servizi sociali, dato che la fedina penale risultava pulita, mentre la Chiesa ha provveduto a trasferire il sacerdote in una nuova parrocchia, dove tutt’ora vive con l’ex governatore della Virginia. Dicevamo, appunto prima, da che pulpito venga la predica: e nel caso del “Taliban Bob” il pulpito risulta essere anche letterale.

preti-gayL’ex Governatore della Virginia, infine e per onore di cronaca, ha espresso diversi altri atteggiamenti e affermazioni omofobe e transfobe, arrivando a bloccare la candidatura di un omosessuale, in quanto aveva prestato servizio militare in marina nonostante la precedente legge lo vietasse, ora non più in vigore; ad abolire le norme che sussistevano in materia di antidiscriminazione sui posti di lavoro e, infine, l’intolleranza non ha mai confini, pronunciando frasi contrarie ai diritti e alle garanzie delle donne, sotto l’influsso del fanatismo e integralismo religiosi, da cui Bob McDonnell risulta affetto, in totale sintonia con il suo nuovo partner.

http://www.pianetagay.com/ex-governatore-virginia-omofobo-lascia-moglie-per-un-prete/#.U_9vufl_u4I

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...