La Pascale prende la tessera al funerale di Arcigay

pascale

Ci scusiamo se il titolo appare forte ma rispecchia la realtà. I fatti: Francesca Pascale (fidanzata di Berlusconi) e Vittorio Feltri dichiarano di voler prendere la tessera Arcigay. Bene, liberi di farlo e ben felici che lo abbiano fatto, magari servirà a dare una scossa a questo CENTRO”sinistra” che di chiacchiere in chiacchiere propone buone leggi che trasforma in porcate (vedasi legge Scalfarotto contro l’omofobia).

Arcigay sfrutta questa occasione per un dibattito politico? Figuriamoci, come al solito si fa dettare l’agenda.

Il comitatodi Napoli costruisce un evento sulla consegna della tessera con in prima fila il suo presidente Antonello Sannino, sempre a caccia di fotografi e articoletti, (si proprio lui della storia del pride nazionale che non c’era, poi si, poi no, poi si fa il 31 maggio 2014 ma quello del 2015) etc etc.

Non per essere fissati ma Sannino è della corrente pataniana (sonosoloiolexpresidentenazionale) N.d.R.

Ancora più scandaloso è che all’avvenimento sia stato invitato Alessandro Cecchi Paone che solo un mese fa di spalate di merda contro Arcigay ne aveva lanciate molte (ma in fondo se Arcigay premiava Iva Zanicchi cosa sarà mai Paone).

Perchè il funerale Arcigay? Semplice, questa buffonata è diventata la fotografia di quella che è Arcigay in questo momento. Il nulla travestito da niente.

Persi i soci delle saune e cruising bar i comitati mediamente riescono a tesserare poche decine di persone, anzi vogliono tesserare poche decine di persone, gli amici, così i congressi sono blindati e di fatto diventano feudi incontrastati.

Quasi tutti si candidano, chi di qua chi di la (a proposito vorremmo sapere se è un caso che a  Pavia, dove si è candidato un ex presidente l’arcigay che non possedeva la sede, il comitato abbia ricevuto “casualmente” le chiavi di un locale dall’amministrazione di destra proprio il giorno prima del ballottaggio, ballottaggio cui non partecipò il partito dell’ex presidente in quanto aveva ottenuto solo il 7% dei voti, con una perdita di oltre il 60 % rispetto all’anno precedente, ci piacerebbe saperne di più, giusto per chiarire i nostri dubbi, che sono anche quelli di alcuni soci).

Ma poi la scelta dell’incoronazione della Pascale è avvenuta in concerto con il nazionale? Macchè, i comitati sono autonomi, fanno quel che gli pare. Allora il nazionale a che serve?

Parliamoci chiaro, all’inizio avevamo creduto nel nuovo presidente, dopo gli sconquassi dei due anni precedenti peggio di così non si poteva fare, certo ha evitato le brutte figure della precedente direzione ma di fatto non è riuscito a rianimare un malato ormai in coma.

In sintesi, arcigay è costituita da comitati non controllabili, feudi di presidenti che ci tengono ad avere pochi iscritti, non ha una direzione comune e bada solo alle fotografie e agli articoletti col proprio nome.

Arcigay è morta, si celebri il funerale e rinasca qualcosa di moderno, dopo 30 anni sarebbe il caso

un piacevole articolo lo trovate qui:

http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/notizie/politica/2014/8-luglio-2014/pascale-paladina-gay–223536138387.shtml

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...