PAPA FRANCESCO DOMANI MATTINA RICEVERA’ GLI ORGANIZZATORI DEL GAY PRIDE DI ROMA E BENEDIRA’ LA BANDIERA RAINBOW

Papa-Francesco-Bacio-594x350

Comunicato stampa appena arrivato: “Roma 6 giugno, Dal Vaticano una clamorosa notizia alla vigilia del gay pride romano di domani 7 giugno, il Portavoce della sala stampa comunica che “Il Santo Padre pur ribadendo che per la Chiesa Cattolica la vera famiglia nella fede è quella composta da madre, padre e quattro figli vuole esprimere la sua vicinanza a quei fratelli e a quelle sorelle che pur smarriti vogliono amare consacrati dal “matrimonio”. Le Sue parole:

Anche se peccatori siete le nostre pecorelle smarrite nella fede dell’amore, ma se Dio vi ha creato così le Sue ragioni non possono essere discusse.

Quante volte girando la notte in autobus la notte per le strade di Roma e Buenos Aires ho visto molte di queste anime perdute vagare in cerca di un briciolo di felicità complici il buio e la tristezza, per questa ragione, anime in cerca della verità, per portare la luce nelle vostre stanze buie domani mattina alle 09.00 riceverò gli organizzatori della parata gay romana con cui concelebrerò una solenne Messa di riconciliazione e perdono”

Annunci

8 thoughts on “PAPA FRANCESCO DOMANI MATTINA RICEVERA’ GLI ORGANIZZATORI DEL GAY PRIDE DI ROMA E BENEDIRA’ LA BANDIERA RAINBOW

  1. signori andate a leggervi e documentarvi si chiama PRIDE e non a nulla a che vedere con i GAY e un movimento parata TRANS e voi sareste un agregatore di notizie lgbt???? bahhh documentatevi prima di scrivere va

  2. Un grandissimo uomo, che porterà innovazione e umiltà, a una Chiesa troppo tradizionale e superata, non accessibile ai più e fuori linea col corso degli eventi nel mondo di tutti. Con semplicità e determinazione lascerà profondi cambiamenti storici, come credo abbia già fatto sino ad ora! Mi commuove vedere le modalità: spontaneità e passione. In questo suo discorso però non comprendo (non comprendo la Chiesa che gli impone certi limiti direi), come mai definisca ‘peccatori’ i gay, ma indiscutibili come parte del Creato, perché se ci sono e sono tanti (e molti credono, anche), vuol dire che non sono un errore ma che fanno parte di un progetto di Dio. Ora, che l’errore sia stato del Creatore, o che non si tratti di un errore non importa: non mi pare il caso definirli peccatori o pecorelle smarrite. Smarrite lo diventano quando il ‘pastore’ le abbandona o perdono il gregge, piuttosto. Se restano sole, sono smarrite. Non sarà che papa Francesco pone alla Chiesa stessa di riflettere, ponendosi la domanda, insita nella frase del tutto contraddittoria?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...