INCONTRI GAY E LESBO IN RETE, ECCO LA MAPPA WEB E SOCIAL DELLE COMMUNITY LGBT

gaydar-460x200

Di Carlotta Rapace – Chi dice che il web sia solo “streight”, etero, non sa niente. La rete sembra infatti essere la casa naturale delle comunità gay. Anzi, i le community online omosessuali sono sviluppate in maniera più innovative e intelligente rispetto a quelle più tradizionali. Queste enormi comunità non si basano generalmente sulla pubblicità, via banner o altri advertisement, ma vivono di abbonati.

gay barba

Gay bear

Gaydar è un neologismo che ogni tanto sentiamo nei film o serie tv e significa la capacità di capire la sessualità di una persona. Sulla rete “Gaydar” è uno dei maggiori siti di incontro per gay, omosessuale o bisessuale. E’ stato fondato nel lontano 1999 in Sud Africa da Gary Frische e dal suo compagno Henry Badenhorst, perché non volevano perdere tempo nella ricerca di nuovi compagni. Doveva essere inizialmente nascere per i colleghi d’ufficio, ma in pochissimo tempo ha avuto un boom tale da essere una delle community più importanti del mondo. Sudafrica, Regno Unito, Irlanda, Australia, America e Europa, Gaydar non sembra conoscere i confini delle nazioni. Anche in Italia sembra attrarre molte persone, si calcola una media di 30000 mila utenti online. Recita il sito italiano: “Incontra ragazzi dietro l’angolo o da qualsiasi parte del mondo su Gaydar, 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana, 365 giorni all’anno. Gaydar ha migliaia di uomini in linea da qualsiasi parte del mondo Gay. Allora perché non dargli un’occhiata e fare una “ricerca internazionale” senza dover pagare un biglietto d’aereo?”. Il funzionamento è molto semplice: bisogna essere maggiorenni, e iscriversi scaricando anche l’applicazione. Si conoscono gli altri utenti vedendo il loro profilo e partecipando alle conversazioni delle chat .C’è anche una versione a pagamento che rende il proprio profilo illimitato. Gaydar è stato al centro di numerose polemiche: in Inghilterra nel 2003 per l’iscrizione del parlamentare partito laburista Chris Bryant e nel 2006 quando si scoprì che Mark Oaten, sposato e candidato leader dei liberal democratici lo utilizzava per trovare dei partner omosessuali nonostante avesse moglie figli. Più recentemente nel 2007 in Grecia un giornale inglese disse che si era iscritto un alto ufficiale dell’esercito e la vicenda finì in parlamento.

grinder model

Grinder Model

“Fatto per i gay, fatto dai gay!” è inveceGayromeo.com, o planteromeo. Una community che si presenta in maniera molto simpatica: “Praticamente tutti quelli che lavorano per PlanetRomeo sono gay, bisessuali o transgender. Ok, magari non proprio tutti (ovviamente non si discrimina nessuno!). Diciamo che, però, assolutamente tutti sono di aperte vedute e “gay-minded””. Che c’è? “Essenzialmente PlanetRomeo è solo una piattaforma. Ciò che fa accadere le cose, che lo rende una cosa viva, siete voi! Gli user sono indispensabili anche per funzioni importanti come la classificazione delle immagini e l’attività di Supporter. Non ci dimentichiamo mai che sono i nostri user a far girare il nostro Pianeta!”. Questa comunità mette in evidenza le tematiche della salute e della prevenzione: “Una community sana è una community forte – si legge nel sito – e il primo passo per una salute di ferro è una buona informazione”. Quindi: “I requisiti per possedere un’ottima salute per gli uomini che fanno sesso con uomini non sono sempre rispettati o conosciuti. Per questo siamo partner di organizzazioni leader nella consulenza sanitaria (specialmente in ambito sessuale), in modo da poter offrire un servizio di consulenza chiaro e professionale. Per qualsiasi dubbio o domanda sulla tua salute in ambito sessuale, controlla la sezione dedicata nella nostra Infoteca, oppure chatta, in maniera del tutto confidenziale, con un professionista del settore che trovi nel Supporto Salute”.

Grindr è invece una applicazione per gli smartphone. Volete trovare il partner per una serata lampo? Oppure volete sapere se quella persona che avete notato è gay? Scaricatevi questa app e il gioco è fatto! L’app è completamente gratuita, discreta e anonima. Si legge nella descrizione: “per iniziare a scorrere le foto dei ragazzi nelle vicinanze basta scaricare l’app, caricare una foto e completare le informazioni del profilo. Invia un messaggio per rompere il ghiaccio con uomini nelle vicinanze che la pensano come te, oppure usa l’app quando sei in viaggio.

Con oltre 10.000 ragazzi che si aggiungono ogni giorno, Grindr vanta più di 6,5 milioni di membri in 192 Paesi e ti offre la rete mobile più grande al mondo di ragazzi organizzati in base alla tua posizione”. C’è anche una “funzionalità esclusive” a pagamento, Grindr Xtra, in prova per un periodo di 7 giorni.

http://www.clandestinoweb.com/number-news/136456-incontri-gay-e-lesbo-in-rete-ecco-la-mappa-web-e-social-delle-community-lgbt/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...