Gay pride, 100 mila a Palermo per i diritti

palermo pride gs

Vendola: «La stagione dei diritti non può attendere». Epifani: «Serve risposta forte»

In 100 mila hanno sfilato a Palermo per il Gay pride più a sud d’Europa. Donne, uomini, bambini per ribadire l’orgoglio omosessuale e dire no all’omofobia tra carri e flash mob.

LA SFILATA
Un lungo corteo di quasi un chilometro ha attraversato le strade principali del capoluogo. Nella parata, conclusione di una dieci giorni di manifestazione, c’erano amche il trenino delleFamiglie Arcobaleno, dedicato ai bambini e a tutte le famiglie, e un carro di Amnesty International che ha organizzato nei giorni scorsi due incontri con attivisti provenienti da Paesi in cui l’omosessualità è un reato.palermo pride gs1

LE MADRINE
A fare da madrine ci sono state Maria Grazia CucinottaEva RiccobonoVladimir Luxuria e Barbara Tabita. «Palermo», ha detto Titti De Simone, presidente del coordinamento del Pride, «ha dimostrato in questi giorni di essere una capitale europea, una capitale dei diriti».

I FLASH MOB
Durante il corteo si è tenuto anche il flash mob del «bacio libera tutti» e, in un’altra parte della città, il «family day» organizzato da un gruppo di associazioni cattoliche per ribadire che «la giornata della famiglia non deve essere contro qualcuno».

VENDOLA: «BASTA ASPETTARE»
Tanti i politici di centrosinistra presenti: tra gli altri, il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, il leader di Sel Nichi Vendola, il sindaco Leoluca Orlando, il parlamentare Ivan Scalfarotto. «La stagione dei diritti non puo’ attendere oltre», ha affermatoVendola.
palermo pride gs2
GLI ALTRI POLITICI
«Questo Parlamento deve assumersi la responsabilità di scelte chiare e forti», ha aggiunto il segretario del Pd Guglielmo Epifani in un messaggio inviato agli organizzatori. «Io oggi sono qui da gay, da parlamentare, ma soprattuto da cittadino», ha spiegato IvanScalfarotto, piddino e gay dichiarato. «Ci sono uomini come David Cameron, che non e’ affatto di Sinistra, che lottano per il matrimonio ugualitario. Mi aspetto che in un paese civile su questi temi ci siano tutti».

IL GAY PRIDE DEL MONDO
Quella di oggi è stata soltanto la giornata conclusiva di una serie di manifestazioni tenutesi in ogni parte del mondo, da Rio de Janeiro a Tel Aviv. A Kiev, in particolare, si è svolto il primo gay pride della storia dell’Ucraina. Nonostante divieti e tentativi di interruzione, centinaia di omosessuali hanno sfilato lungo le vie della città tenendo in mano cartelli contro la discriminazione.

(22/06/2013 16:00)

http://www.vanityfair.it/news/italia/13/06/22/gay-pride-palermo#?refresh_ce

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...