No alle perquisizione da parte dei gay

Alex Pedrazzini, PPD, propone che un agente privato omosessuale non possa perquisire un’altra persona

Foto CdT

Le perquisizioni alle entrate delle manifestazioni, ma in generale, sono un momento molto particolare. Alla fine dei conti un estraneo ci mette le mani addosso.

Se nella maggior parte dei casi questo fatto viene accettato senza troppe storie, ci possono essere situazioni che, secondo quanto proposto da Alex Pedrazzini, potrebbero essere fonte di discussioni. È il caso di perquisizioni eseguite da agenti omosessuali. Secondo quanto riferisce il Corriere del Ticino, Pedrazzini propone un emendamento nel concordato sulle prestazioni di sicurezza effettuate da privati.

La legge dice che le perquisizioni avvengono su tutto il corpo, comprese le parti intime e devono essere effettuate da persone dello stesso sesso, nel principio delle proporzionalità. Pedrazzini propone di aggiungere anche l’eterosessualità del perquisitore tra le caratteristiche di chi esegue l’atto.

Secondo il deputato PPD l’introduzione delle unioni registrate, quindi l’aperta dichiarazione di essere gay, farebbe scattare lo stesso principio che vale per la logica del perquisitore che sia dello stesso sesso del perquisito. In altre parole: bisogna evitare che la perquisizione diventi un pretesto di eccitazione sessuale anziché la scoperta di eventuali oggetti vietati, sostiene Pedrazzini.

Secondo Greta Gysin dei Verdi la questione non è tanto che se il perquisitore sia gay o meno, ma che il perquisito possa essere sottoposto all’esame in modo non imbarazzante e che il “palpeggiamento” avvenga in modo professionale. Secondo Gysin è proprio la professionalità che viene messa in dubbio con questo emendamento.
Per Gysin una soluzione potrebbe essere quella di chiedere al perquisito se vuole essere controllato da un uomo o da una donna.

Sicuramente la questione farà ancora discutere. La società evolve e le procedure, le leggi e la consuetudine si devono adeguare alle nuove realtà.

http://www.ticinonews.ch/articolo.aspx?id=294055&rubrica=2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...