IVA ZANICCHI (PREMIATA DA ARCIGAY) FIRMA LA MOZIONE DEL PDL CONTRO I MATRIMONI OMOSESSUALI?

Nel 2010 l’Arcigay l’ha incredibilmente celebrata, assegnandole addirittura ilPEGASO d’ORO.
Oggi, due anni dopo quella FOLLE premiazione, Iva Zanicchi mostra finalmente la sua VERA faccia, che fa rima con omofobia.
L’ex ‘Zingara’ sanremese, da ANNI lautamente pagata dal Parlamento Europeo, avrebbe infatti FIRMATO un documento dei parlamentari PDL CONTRO il matrimonio gay e le unioni civili gay. A rivelarlo Aurelio Mancuso, via Facebook.
Le elezioni sono d’altronde alle porte, e c’è il Vaticano da riconquistare dopo anni di Bunga Bunga e Veline parlamentari,appecorandosi con tanto di vasellina tra le mani. La speranza, se la soffiata di Mancuso si confermasse REALE, è che l’ArciGay intervenga ufficialmente, ritirando quel premio che già due anni fa fece scalpore. Perché non si diventa icone gay girando una ruota al grido ’100,100,100,100′. E che cazzo.

P.S. queste le MOTIVAZIONI targate ArciGay del Pegaso d’Oro. Dal 2010 – per non dimenticare:  Iva Zanicchi, da sempre amica della comunità omosessuale italiana, ha dato netta testimonianza di sensibilità verso le problematiche omosessuali e la battaglia per i diritti gay nell’interpretazione di Liliana, mamma di un omosessuale Enrico e del compagno Pablo convolati a giuste nozze gay in Spagna, nella serie tv Caterina e le sue figlie. Ancora, l’europarlamentare, a margine delle polemiche nel corso del Festival di San Remo del 2009 sulle terapie di conversione di omosessuali in eterosessuali, aveva offerto una lezione di buon senso e scientificità con la dichiarazione: “Io sono dell’avviso che dall’omosessualità non si può “guarire” perché non è mica una malattia. Se uno nasce omosessuale, non è una malattia, è una condizione e uno rimane omosessuale tutta la vita, e va bene. Io sono attorniata da omosessuali e mi trovo benissimo”.

Fonte: http://www.spetteguless.it/2012/08/iva-zanicchi-contro-il-matrimonio-gay-e-le-unioni-civili/

Già al momento della premiazione molte associazioni LGBT rimasero basite, ad esempio Famiglie Arcobaleno uscì col seguente comunicato:

“COMUNICATO STAMPA DELL’ASSOCIAZIONE “FAMIGLIE ARCOBALENO”

L’Associazione Famiglie Arcobaleno è perplessa sulla scelta dell’Arcigay di conferire il premio “Pegaso d’oro” alla cantante ed europarlamentare Iva Zanicchi.

Le dichiarazioni rilasciate dalla stessa al Resto del Carlino del 12 giugno 2010 e riportate da Gaynews.it (“..per  quanto riguarda le adozioni, invece no. Su questo, sono proprio contraria. La famiglia è un bene inattaccabile e i bambini che crescono hanno bisogno di vedere entrambe le figure dei genitori, sia quella femminile che quella maschile”), offendono la nostra realtà di genitori, ignorano tutti gli studi scientifici esistenti che dimostrano esattamente il contrario e contribuiscono ancora una volta ad allontanare i nostri figli dal raggiungimento di pieni diritti come cittadini.

Inoltre nell’intervista suddetta, ancora una volta, come spesso accade, vengono ipotizzate le adozioni gay, dimenticando invece che tante lesbiche, gay e persone transessuali sono già genitori e che le loro relazioni con i propri figli andrebbero tutelate come qualsiasi relazione genitore-figlio.

Con rammarico,

Giuseppina La Delfa
Presidente “Famiglie Arcobaleno”

Nel 2011 poi il sito http://www.vogliosposaretizianoferro.it lanciò una raccolta firme per invitare l’Arcigay di Paolo Patanè a ritirare il premio alla cantante rea di aver rilasciato dichiarazioni omofobe ad un giornale http://www.causes.com/causes/623812-l-arcigay-tolga-il-pegaso-d-oro-a-iva-zanicchi e il Presidente (ex) dichiarò:

Ovviamente nulla fece. Ora si muoverà?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...