Licia Nunez: dallo scandalo escort di Berlusconi a fidanzata lesbica di Imma Battaglia

Licia Nunez è protagonista della fiction Le tre rose di Eva in onda dal 4 aprile su Canale e come tante altre ragazze al giorno d’oggi ha deciso che essere lesbica è chic e quindi si confessa a Vanity Fair a ridosso della messa in onda di ieri sera.
Licia nell’intervista dimostra subito molta sensibilità:
Sono una donna apparentemente forte e in realtà fragile, con un disperato bisogno d’amore. Tengo particolarmente a questa fiction perché quando ho fatto il provino decisivo, il 21 giugno 2011, la stessa sera ho ricevuto la notizia che era morto mio padre.
E sullo scandalo escort di Berlusconi per cui era stato fatto il suo nome?
La mia è sempre stata una famiglia schierata a destra, e mia madre è una grande sostenitrice di Berlusconi. Non mi hanno mai detto niente. Anche perché non c’era proprio niente di cui preoccuparsi. E poi sapeva che il mio cuore appartiene a qualcuno.
E arriva la bomba.
Sto con Imma Battaglia. Mi scusi se sono un po’ in imbarazzo: è la prima volta che parlo di lei.
Come mai ne parli solo ora non è dato sapere. Su Vanity Licia Nunez racconta la prima volta che ha visto Imma
A Parigi, nel marzo 2003. Io allora avevo un ragazzo, che però non mi aveva accompagnata. Prendevo l’aperitivo sugli Champs-Élysées, e aspettavo una telefonata di lui. Vedo davanti a me questa donna che non conosco e che mi guarda. Sono stata subito attratta dal suo volto.
 
Le due si sono poi riviste a Roma, sempre nel 2003, al Gay Village. La loro storia inizia però nel 2004 e va avanti per sei anni. La Nunez racconta che quello con Imma Battaglia è stato il legame più importante della vita e l’unico rapporto avuto con una donna: prima e dopo solo uomini. Ma quell’amore che le è rimasto dentro e per definirlo usa una poesia di Kahil Gibran:“Farò della mia anima uno scrigno per la tua”. Il resto dell’intervista è su Vanity in edicola. Noi vi ricordiamo qualche altro fatto su Licia Nunez che forse non ricordate.
Licia Nunez, vero nome Licia Del Curatolo, nata a Barletta il 1 marzo 1978 lavora in tv soprattutto per delle fiction (Incantesimo, Vivere, R.I.S.) e partecipa nel 2009 a Ballando con le Stelle di Milly Carlucci.
Sempre nel 2009 però viene coinvolta nello scandalo escort di Berlusconi. Si fa il suo nome rispetto alle ragazze che Tarantini procurava al premier. Licia in una lunga intervista al Corriere racconta così quel periodo e il suo totale non coinvolgimento nella vicenda per cui non ha mai ricevuto soldi nè regali da Berlusconi o Tarantini:
Licia Nunez, vero nome Licia Del Curatolo, nata a Barletta il 1 marzo 1978 lavora in tv soprattutto per delle fiction (Incantesimo, Vivere, R.I.S.) e partecipa nel 2009 a Ballando con le Stelle di Milly Carlucci.
Sempre nel 2009 però viene coinvolta nello scandalo escort di Berlusconi. Si fa il suo nome rispetto alle ragazze che Tarantini procurava al premier. Licia in una lunga intervista al Corriere racconta così quel periodo e il suo totale non coinvolgimento nella vicenda per cui non ha mai ricevuto soldi nè regali da Berlusconi o Tarantini:
 Lei conosce Giampaolo Tarantini? 
Ci hanno presentati nel settembre del 2008. Ero andata a Palazzo Grazioli per un colloquio privato con il presidente Silvio Berlusconi. Nella sala d’attesa c’era anche questo signore.
Cosa ci faceva lei a colloquio privato dal premier? 
Dovevo chiedergli dei consigli. Per me è una sorta di paterno consulente artistico.
Converrà che non è comune… 
Tra noi è nato un bellissimo rapporto nel 2007, in autunno. Lo conobbi a Roma a una festa, lui non era ancora premier. Io ero la protagonista di Vivere, ero orgogliosa di dirgli che lavoravo per Mediaset. Fu molto gentile.
Quante volte vi siete visti? 
Sei, sette? Lo incontrai di nuovo a marzo, in un’altra occasione mondana. Presi coraggio e mi permisi di dargli il mio numero di cellulare. Incredibilmente lui mi fece chiamare dopo le elezioni e mi invitò a Palazzo Grazioli ai festeggiamenti per la vittoria. Quel giorno fu lui a darmi il suo numero di telefonino. L’ho usato poche volte: per augurargli buone vacanze, per incoraggiarlo se ha problemi di salute. Dopo il G8 per fargli i complimenti, e anche per manifestargli solidarietà sul caso delle escort.
Quando l’ha sentito l’ultima volta? 
Pochi giorni fa, mi ha chiamato lui: era indignato per quanto alcuni giornali avevano scritto su di me. Ho già chiesto ai miei legali, Alessandro Varrenti e Annamaria Bernardini de Pace, di diffidare le testate.
L’accusano di essere andata nella beauty farm di Marc Mességué, nel novembre del 2009, con Tarantini, Barbara Guerra e Graziana Capone, tutti nella stessa auto. 
Falso. In Umbria ci andai, ma da sola, e non è reato. Il premier, gentilissimo, mi mise a disposizione un’auto con un suo autista, perché io ho la patente, ma non guido. L’avevo cercato per chiedergli dei consigli e per sapere come stava. Lui mi propose di raggiungerlo a Todi.
Lì, però, Tarantini lo vide. 
Pranzammo tutti insieme. E certo, parlai anche con questo signore. Ci accomunavano le origini, scherzammo in barese. Poi ci scambiammo i nume­ri di telefono, fu più una cortesia. Io non chiedo mai la fedina penale a uno sconosciuto, per me garantiva il fatto che fosse ospite del premier. Tarantini mi chiamò solo una volta, ad aprile: mi invitava alla sua festa di compleanno, a Casina Valadier a Roma. Non andai.
Ha mai ricevuto soldi o regali dal premier o da persone a lui vicine? 
Mai. Anzi, sono stata io una volta a fargli un regalo. Una bella sciarpa blu di cachemire, in prossimità del suo complean­no, nel 2008. In Umbria lui l’aveva al collo, mi ha fatto piacere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...